Riflessioni

Qualsiasi persona sofferente fisicamente o mentalmente trae benefici dal NSA (Network Spinal Analysis). Credo si possa dire con certezza che la vita rappresenta per tutti una vera sfida. Ognuno di noi ha i propri stress, famiglie stressanti, lavori stressanti, rapporti interpersonali stressanti, vita e salute stressanti.  Ciascuno reagisce a questi stress in modo diverso e, nello stesso tempo, ogni stress è diverso da un altro.

Il nostro corpo possiede un sistema di auto-regolamentazione, per cui uno stress non risolto crea tensioni nel corpo stesso e poiché il corpo trattiene le tensioni, la sua capacità di auto-regolamentazione diminuisce. Gli stress, ed in particolare gli stress cronici di basso livello, rappresentano un vero disastro per il nostro organismo.

Eppure non sono gli stress della vita la vera causa del disagio o del dolore, perché ciò che invece li provoca è il modo in cui noi interpretiamo le situazioni più stressanti.  Questi stress che il corpo non è in grado di superare e che comportano come risultato il dolore, diventano parte della nostra corazza difensiva, una corazza che ha un effetto su tutte le nostre decisioni future, consce od inconsce.  Di conseguenza il nostro meccanismo di aggiustamento o azzeramento va in tilt, predisponendoci alle “ferite”.  Proprio per questo NSA cerca di aiutare le persone a sciogliere la corazza che blocca la fisiologia e restringe la capacità percettiva, potenziando così il range delle attitudini neurologiche decisionali di ciascuno.

COME FARE UN’AUTODIAGNOSI

In quanto essere umani, siamo tutti bloccati, ma è necessario capire a che livello ed in quale aspetto della nostra vita.  Chi non è mai stato ferito, lasciato per amore, depresso o spaventato, o rimasto deluso nella vita, significa che non ha mai vissuto veramente.  Infatti la condizione umana che prevede una nascita ed una morte è già di per sé dolorosa.

Questa corazza si può percepire, ma alcuni di noi si sono talmente rinchiusi in sé stessi da non rendersi conto di essere bloccati.  Altri invece percepiscono interiormente che qualcosa deve cambiare e riescono a comprendere che lo stato di blocco in cui si trovano li porterà verso la strada sbagliata.  Purtroppo, la corazza è a volte talmente spessa che la persona si sente del tutto a posto.  Infatti essa è visibile solo per chi sa come cercarla.

Il portamento, il modo di respirare, la fluidità dei movimenti, la capacità di cogliere diverse prospettive, l’abilità di esprimere ed avvertire sensazioni interiori, rientrano nell’ambito specifico del chiropratico NSA. Tutti questi fattori hanno una ricaduta su come ognuno di noi percepisce la condizione della propria vita e concorrono alla formazione della corazza.

Impariamo a vedere il nostro corpo come una struttura aperta dissipante, sensibile al mondo esterno e al dialogo interiore, che si adatta costantemente ed in modo flessibile all’ambiente ed alle situazioni in cui viviamo.  Se il corpo non ha dissipato energia ed informazioni in eventi precedenti, fa ricorso a risposte condizionate e non cerca di percorrere altre possibili strade o modelli comportamentali.  Ad esempio, è certamente importante sapere che il fuoco brucia, perché una volta che ci siamo scottati, cercheremo di evitare che accada di nuovo.  Ma se ci mettiamo in testa che non siamo capaci di fare qualcosa, che l’amore non esiste, che la verità è una bugia, o che qualcosa è sbagliato dentro di noi, allora diventa molto difficile cambiare idea, perché ormai ci siamo convinti che la vita debba essere per forza così.

Imparare a stare lontani dal fuoco per non bruciarsi ha un senso, ma stare lontani dall’amore, dalla compassione, dall’onestà per abbandonarsi alla superficialità è un vero peccato.  Abbiamo imparato a stare lontani dal dolore e l’amore, la compassione e l’onestà.  Quando una persona si auto-blocca, è portata a vivere in modo superficiale, conservando “finti movimenti di distrazione”, proprio per non  affrontare l’assenza di tutti quei valori fondamentali, ad esempio lavorando incessantemente.  La fuga da tali valori e l’impiego del proprio tempo in attività esterne per proteggersi dal dolore di un possibile cambiamento evolutivo sta diventando un modo di vivere assai comune, ma nessuno può fuggire dal proprio fuoco perché fa parte di noi.

Se vogliamo essere veramente onesti con noi stessi, dobbiamo capire ed ammettere che la corazza è un prodotto delle nostre incertezze.  Siamo portati ad esagerare certi nostri aspetti per non doverne fronteggiare altri, come a volte il comportamento molto affettuoso di un amante nasconde la sua insicurezza di essere amato.  Ma le capacità di recupero del nostro corpo sono sorprendenti e l’energia trattenuta dalla corazza può essere utilizzata per ridurre i nostri blocchi e guarire.  E’ quindi importante ricordare che in questo studio la salute è vista nell’ottica del benessere e non della malattia.

ASPETTI COMPORTAMENTALE DELLA MALATTIA CONTRAPPOSTI A QUELLI DEL BENESSERE

Il comportamento del malato si evidenzia generalmente attraverso l’insieme di questi aspetti:

• Rigidità della struttura corporea, specialmente della spina dorsale

• Riduzione del respiro

• Separazione dalle risorse interiori di saggezza

• Preoccupazione per i sintomi, accompagnata da un’eccessiva gravità nell’affrontare i problemi

• Concentrazione sulla propria malattia, fino a farla diventare l’occupazione principale di ogni giorno

Il comportamento del benessere si evidenzia al contrario per questi aspetti:

• Flessibilità della struttura corporea, compresa la spina dorsale

• Respirazione ampia e profonda

• Connessione con le risorse interiori di saggezza

• Assenza di preoccupazione per la malattia, attenzione deviata su cose più importanti

• Consapevolezza del proprio corpo, dei suoi segnali, della respirazione e dei ritmi

 

Quali vantaggi comporta la riduzione dello stato di blocco o di difesa?

Ridurre lo stato di blocco consente al corpo di utilizzare la propria energia in modo più efficiente, sperimentare un arco completo di emozioni, aiutare la mente ad auto-rivalutarsi e potenziare la capacità di cogliere il significato profondo di tutte le cose.  Tutto questo comporta già un miglioramento di qualità della vita sotto diversi aspetti.

Imants Dela Cuesta DC

Leave a reply