Differenza tra chiropratica e Network Spinal Analysis

Il Network Spinal Analysis è attualmente rappresentato come una metodologia a sé stante rispetto alla chiropratica e anche all’osteopatia e fisioterapia. Per ciò che riguarda i chiropratici, la valutazione e la riduzione della tensione midollare e il miglioramento dell’integrità spinale e neurale, può essere determinata in relazione alle sublussazioni vertebrali. La soluzione della sublussazione vertebrale (sia strutturale, che di natura facilitata) è uno dei benefici, del miglioramento dell’integrità vertebrale e neurale, raggiunti con l’utilizzo del Network Spinal Analysis (NSA); ma la soluzione delle sublussazioni non è più l’obbiettivo del NSA.

Benché molti metodi chiropratici abbiano raggiunto una capacità eccellente di valutazione e correzione delle sublussazioni vertebrali, nessuna metodologia ottiene onde respiratorie, lo svilupparsi di oscillatori visibili in segmenti vertebrali specifici e ripetibili aventi una sincronicità di movimenti ed un continuo miglioramento del benessere. Per cui, se ne trae che i risultati raggiunti con il Network Spinal Analysis (NSA) sono indotti da altri meccanismi di azione. Attualmente viene studiata l’unicità del percorso del Network e i suoi risultati.

L’obiettivo della sanità e delle cure sintomatiche, inclusa la chiropratica, è di ripristinare lo stato del paziente al momento prima dell’inizio dei sintomi, trauma o evento caotico. Il Network Spinal Analysis (NSA) non condivide questo obbiettivo. Esistono diverse tecniche, strategie disponibili per il professionista che desidera correggere degli squilibri vertebrali, sublussazioni, schemi di tensioni nervose o vertebrali, tutti però riportano il paziente a prima dell’ evento patologico. L’NSA non segue questa strategia.

Come abbiamo visto, il NSA (Network Spinal Analysis), ha diversi obbiettivi. Le sue strategie (a), l’applicazione delle forze (b) e le conseguenti valutazioni (c), sono coerenti con i suoi obiettivi. Non intende correggere problemi corporei, perché si crede che i sintomi, la malattia, le distorsioni vertebrali e anche le sublussazioni siano adattamenti a schemi meccanici, vibratori e stress che creano traumi neurologici. Sublussazioni vertebrali, fissazioni e adattamenti posturali sono considerati come compensazioni emozionali di un sistema nervoso centrale avente una fisiologia di stress e una postura di difesa.

L’applicazione del Network (NSA) ha come obiettivo di far emergere nuove espressioni da dentro il sistema nervoso e spinale. Inoltre, si cerca di permettere lo sviluppo di strategie biologiche che promuovano consapevolezza cognitiva dell’esperienza di nuove strategie. La pratica Network (NSA) ha come scopo di aumentare le strategie del corpo nel riconoscere una lieve applicazione di forza e far sì che si sviluppino meccanismi per superare disturbi funzionali e organici. Una conseguenza di questo è un aumento del benessere e qualità della vita, di pari passo con il miglioramento dell’integrità neurologica e vertebrale.

L’obiettivo è il miglioramento della flessibilità, il miglioramento della consapevolezza interiore, il miglioramento della qualità di vita e l’adattamento allo stress e all’ambiente circostante.

Leave a reply