Cos’è il saccadometro?

Il saccadometro è uno strumento di alta precisione utilizzato per misurare i movimenti degli occhi, chiamati saccade. I movimenti dell’occhio sono stati studiati per decenni stabilendo delle linee guida per la funzione normale. Il primo strumento per misurare il fondo dell’occhio, l’oftalmoscopio, fu inventato intorno al 1850. I movimenti veloci dell’occhio usano certi percorsi. I movimenti a destra usano percorsi diversi dai movimenti di sinistra. Le differenze nella qualità della saccade da una parte rispetto all’altra possono aiutare a determinare un settore di deficienza ed anche a determinare un asse per individuarlo.

Per quanto riguarda il saccadometro esso misura la latenza, la velocità e l’accuratezza dei movimenti veloci dell’occhio. I risultati vengono successivamente rappresentati in grafici, analizzati per validità e categorizzati; i grafici ed altri parametri vengono poi analizzati per individuare i movimenti dell’occhio anormali o inefficienti, cioè una traiettoria dell’occhio lenta, non accurata, inefficiente ecc.

ragazzo indossa saccadometro

Le anomalie del movimento degli occhi hanno un effetto su tutti gli aspetti della vita: il corpo usa informazioni visive vestibolari e fuso muscolari al fine di reagire in modo appropriato all’ambiente, cioè equilibrio, camminata, corsa, cadere correttamente, evitare cadute, ecc.

Se c’è una discrepanza di informazioni, il corpo deve compensare e adattarsi strutturalmente a tale situazione. Questo può anche essere vero nel caso di problemi del sistema limbico (emotivi) e di problemi emozionali. Se certi centri del cervello non inibiscono certi processi allora possono aver luogo le espressioni emozionali. Le anomalie cliniche e sub-cliniche possono essere individuate con questo strumento.
Quindi separiamo i vari componenti Latenza – Velocità – Accuratezza.

La Latenza si riferisce al tempo che gli occhi impiegano a muoversi dopo che è stato mostrato il target. È importante sottolineare che il tempo di reazione è una buona indicazione della funzione. Ci sono tempi standard che sono considerati normali. Il saccadometro misura tali parametri.

La Velocità si riferisce alla velocità del saccade. Se gli occhi cominciano ad essere troppo lenti o troppo veloci, ciò potrebbe indicare una riduzione di certi centri di controllo del cervello.

L’Accuratezza si riferisce all’abilità degli occhi di focalizzarsi sul target. Spesso la percezione del nostro ambiente non è corretta perciò le reazioni all’ambiente non saranno accurate.

Analizzando i risultati del saccadometro possiamo avere un’idea dell’efficienza dei movimenti veloci degli occhi. Il corpo risponde al feedback dei vostri occhi, all’input vestibolare e al feedback dei vostri muscoli, posizionandosi in accordo con le informazioni ricevute. Se c’è una discrepanza di informazioni, il corpo potrebbe non compensare in modo efficace producendo un errore biomeccanico ed un possibile danno.

Offriamo l’opportunità di effettuare un esame complementare usando il saccadometro. Fornisce l’opportunità di vedere quanto siano accurati i vostri occhi. Questo a sua volta fornisce un’indicazione del generale stato di salute del vostro cervello. E dal momento che il vostro cervello riceve ed interpreta gli input della vita, più accurati ed efficienti sono i vostri occhi, meglio starete.

Leave a reply